Bagolino

Vicino al Lago d’Idro, a pochi passi dal Lago di Garda, sul confine con il Trentino meridionale, si trova Bagolino, stazione turistica montana della Valle Sabbia, in provincia di Brescia, ad 800 m s.l.m.

Fiorente cittadina sotto la Repubblica di Venezia e importante avamposto strategico durante il Risorgimento, Bagolino si presenta oggi come un borgo montano di stile medievale, al centro di una verde conca nella Valle del Caffaro, ed immerso in un paesaggio di prati e pascoli sotto le alte cime delle Prealpi Bresciane (oltre i 2000 m).
Il comune, che conta all’incirca 4.000 abitanti, ha una storia molto interessante, vivacizzata dalla sua posizione “di confine” (con la Valcamonica, la Valtrompia ed il Trentino) e da un certo isolamento geografico che ne ha mantenuto una forte identità culturale.
L’agricoltura di montagna è una delle principali attività economiche locali, il cui fiore all’occhiello è la produzione del Bagòss, tipico formaggio a pasta dura conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
Nel centro del paese, palazzi a tre, quattro piani di altezza si addossano l’uno all’altro ricordando le case medievali, e si alternano a numerose chiesette e storiche “santelle” poste agli incroci delle viuzze che, tramite portici e sottop
assaggi, si snodano nel borgo antico e salgono fino alla Chiesa di San Giorgio, che svetta al centro del comune. Le principali vie sono adornate da numerosi affreschi murali, piccole fontane, cancellate in ferro battuto, pergole e terrazzi in legno: ovunque si respira un’atmosfera suggestiva che riporta ai secoli passati, tenendo in vita una storia ricca di aneddoti e tradizioni, dove è ancora possibile incontrare intagliatori del legno e mastri artigiani del ferro, vivendo immersi nel folklore tipico dei bagossi.
 

Sul finire dell’inverno, tra febbraio e marzo, prende vita ogni anno il carnevale di Bagolino, evento tra i più antichi d’Europa e tra i più famosi dell’arco alpino, in cui eleganti ballerini (Balarì) contendono la scena a dispettose maschere (Maschèr) tra tarantelle, canti e danze molto suggestive.
Oltre alla tradizione Bagolino è anche sinonimo di natura e sport: partendo dal centro storico una fitta rete di sentieri conduce l’escursionista alla scoperta di verdi prati, siti geologici importanti, freschi boschi e alte cime da cui si gode di un panorama mozzafiato.
Più in basso, al Pian d’Oneda, il territorio di Bagolino scende ai 350 m di quota incontrando spiagge naturali, canneti, scuole di windsurf e kitesurf
per un tuffo nelle acque del Lago d’Idro!

D’inverno le vicine località del Gaver e del Maniva offrono 30 km di piste da scii e snowboard, scii di fondo e piccoli laghi per il pattinaggio su ghiaccio, dove ogni anno un concorso internazionale per cani da slitta attira turisti e curiosi.